5 motivi per cui la Realtà Aumentata è più dell’ ”Internet delle cose”

Quando si tratta di realtà aumentata, ho sentito la frase “Internet delle cose” più volte. È la realtà aumentata l’ “Internet delle cose?”

Che cosa significa “Internet delle cose” per te? Beh, Wikepedia lo definisce in molti modi diversi.

Il termine “Internet delle cose” è stato proposto da Kevin Ashton nel 1999, secondo Wikipedia. Credo che la definizione più calzante sia questa: L’”Internet delle cose” è vista come una possibile evoluzione dell’uso della Rete. Gli oggetti si rendono riconoscibili e acquisiscono intelligenza grazie al fatto di poter comunicare dati su se stessi e accedere ad informazioni aggregate da parte di altri. Le sveglie suonano prima in caso di traffico, le piante comunicano all’innaffiatoio quando è il momento di essere innaffiate, le scarpe da ginnastica trasmettono tempi, velocità e distanza per gareggiare in tempo reale con persone dall’altra parte del globo, i vasetti delle medicine avvisano i familiari se si dimentica di prendere il farmaco. Tutti gli oggetti possono acquisire un ruolo attivo grazie al collegamento alla Rete.

Ecco i cinque motivi per cui Joseph Rampolla (noto esperto di tecnologie emergenti) pensa che l’AR sia molto più di questo.

1) L’AR trasformerà il contesto dei dati e supererà il mobile computing:

Leggi questo articolo: il futuro della tecnologia non è mobile, è contestuale e capirete esattamente cosa sto parlando. Quale modo migliore per digerire i contenuti contestuali se non attraverso l’AR. L ‘”Internet delle cose” cattura solo un frammento di quello che avverrà!

spaceodessy

by angeloangelo – Flickr

2) L’AR mescolata all’intelligenza artificiale:

Siri è un gioco da ragazzi rispetto al vero potenziale che si può fare con l’intelligenza artificiale. Il tuo assistente virtuale sarà capace di ricevere i tuoi comandi e darti tutte le informazioni pertinenti che hai sempre sognato.

 by TheAlieness GiselaGiardino²³ – Flickr

by TheAlieness GiselaGiardino²³ – Flickr

3) L’AR porterà le interfacce gestuali di Matrix e di Minority Report:

Ricordiamo tutti il ​​film “The Matrix”, dove si può scaricare un programma e immediatamente si impara a pilotare un elicottero. Quando la Realtà Aumentata si fonderà con le interfacce gestuali, una nuova potente capacità si snoderà per insegnarne l’uso per diventare esperti della materia (PMI) in tempo reale. Le interfacce gestuali porteranno il mondo della fantascienza alla realtà. Joesph afferma: “Direi che supera di gran lunga l’ “Internet delle cose!”

by marsmet549 – Flickr

by marsmet549 – Flickr

4) L’AR mescolato al riconoscimento facciale rivoluzionerà il social networking

Prestate attenzione a Polar Rose (acquisita da Apple), Viewdle, Face.com, e altre start up per il riconoscimento facciale e presto si inizierà a capire il potenziale del riconoscimento facciale e la Realtà Aumentata. Ben presto le forze dell’ordine saranno in grado di identificare i criminali al volo con la semplice pressione di un pulsante sull’ iPhone. Ban.jo, Sonar, Grindr e altre reti di prossimità sociale potranno capitalizzare sulla convergenza di nuove tecnologie, tra cui la Realtà Aumentata.

the-future-of-social-media-augmented-reality1

5) L’AR creerà la caccia all’ultimo uovo di Pasqua:

Quando L’AR sarà matura verrà creato anche l’ultima caccia all’Easter Egg per le masse. La tecnologia indossabile rivoluzionerà la tecnologia come mai visto prima. Joseph dice:”Attraverso le mie lezioni, cerco di impressionare il mio pubblico dicendo loro che un nuovo universo digitale si aggira sotto i nostri occhi, invisibile a occhio nudo. Un mondo fatto da messaggi digitali e contenuti elettronici che saranno posizionati in ogni angolo nel mondo reale. I tuoi occhiali AR saranno la chiave per sbloccare questa vasta gamma di informazioni. Non mi credete? Basta aspettare!!”

by ljfullofgrace – Flickr

by ljfullofgrace – Flickr

Qual è la vostra opinione su questo argomento?

fonte: http://www.ardirt.com/general-news/5-reasons-why-augmented-reality-is-more-then-the-internet-of-things.html?goback=.gmp_4437607

 


Author: Gianmarco

Laureato in Scienze di Internet/Informatica per il Management, Bolognese, geek, appassionato di social media. Sul mio blog notizie e app dal mondo dell'Augmented Reality.

Share This Post On

4 Comments

  1. Ciao!
    diciamo che le due cose possono andare a braccetto tranquillamente, come dimostrato in questo video del MIT Media Lab

    http://vimeo.com/60138572

    Ciao!

    Post a Reply
    • Ciao Giovanni!Grazie mille del tuo parere e del video che hai postato, moooolto interessante!

      Post a Reply
  2. IoT avrà un grandissimo impatto su tutto quello che è l’attività quotidiana dell’uomo che interagisce con le “cose”. Queste saranno “vive” e colloquieranno tra loro attraverso dei metalinguaggi, che oggi non sono ancora definiti. l’AR potenzialmente potrà essere l’interfaccia delle IoT per migliorarne l’UX, quindi non sono in antitesi, ma si compenetrano. Basta pensare al mondo dell’auto e le implicazioni che l’IoT potrà avere sui sistemi diagnostici e di tracking delle performance degli apparati a bordo del mezzo. Già oggi attraverso gli smartphone e i navigatori connessi tramite GSM si creano le informazioni sul traffico in real time. L’AR è ad un livello più basso, ma non meno importante per aiutare nell’utilizzo delle cose.

    Post a Reply
    • Ciao Claudio e scusami il ritardo nel risponderti.
      Grazie per aver condiviso il tuo parere.

      Post a Reply

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sette + = 14

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>