manifest.AR. Il manifesto degli artisti in Realtà Aumentata

manifest.ar

Realtà Aumentata (o A/R): una coppia di parole che si impone sempre di più nel nostro vocabolario. Messi nel cassetto tute multisensoriali e occhialoni che hanno fatto sognare la generazione degli Zippies (o cyber-hyppies), la Realtà Aumentata è entrata nelle nostre vite quotidiane sotto forma di meno invasivi codici bidimensionali in bianco e nero facilmente stampabili sopra ogni superficie (i QRode e soprattutto i c.d. Fiducial Marker), applicazioni per i nostri smarphone, wide tagging.

Personalmente, la definizione che prediliggo è sintetizzabile nel concetto (e nella pratica) di una “nuova scrittura sul mondo”: la possibilità di aggiungere e stratificare contenuti sulla realtà ordinaria, appunto aumentandola.

Ma il mondo della A/R non è affatto dominio per soli geek e tecnofili. Gli artisti, naturalmente, stanno sperimentando moltissimo in questo ambito. Il gruppo che vi presento oggi ha addirittura un manifesto per l’arte “aumentata”, trovando un nome sintetico ed efficace: manifest.AR. Ve ne traduco un piccolo estratto:

“[…] Tempo e Spazio sono morti ieri. Stiamo già vivendo nell’Assoluto, perché abbiamo creato un onnipresente, eterna Presenza Geolocativa. Nel XXI sec., gli Schermi non sono più un confine. Le macchine da presa non sono più Memorie. Con la AR il Virtuale aumenta ed estende il Reale, collocando il Mondo Materiale in un dialogo fra Spazio e Tempo. […] Adesso orde di Creativi aumentati-connessi schierano Media Virali-Virtuali per ricoprire e poi invadere i Sistemi Sociali chiusi fissati nelle Gerarchie Fisiche. Essi creano Provocazioni AR (subliminali, estetiche e politiche), inescando Tecno-Distorsioni nella sub-stratosfera dl’Esperianza Online e Offline. […] la Realtà Aumentata è una nuova forma di Arte, ma è Anti-Arte. Un qualcosa di Primitivo, che amplifica la sua Potenza Virale. È un Brutto quadro che mette alla prova la definizione del Bella Pittura. Un arte che si manifesta nel Posto Sbagliato. Che sale sul Palco senza permesso. Un’Arte Relazional-Concettuale che si Autottualizza. […]

Fonte: http://www.artsblog.it/post/6979/manifestar-il-manifesto-degli-artisti-in-realta-aumentata


Author: Gianmarco

Laureato in Scienze di Internet/Informatica per il Management, Bolognese, geek, appassionato di social media. Sul mio blog notizie e app dal mondo dell'Augmented Reality.

Share This Post On

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− 6 = due

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>