Combatti la fobia degli scarafaggi con la Realtà Aumentata

L’AR è molto nuova, non c’è molta ricerca disponibile, e tanto meno una ricerca dal punto di vista psicologico. Ma uno studio apparso nel Cyberpsychology, Behavior, and Social Networking ha catturato la mia attenzione. Si chiama “An augmented reality system validation for the treatment of cockroach phobia.

I partecipanti stanno seduti davanti a una scrivania con un computer, indossano un casco di realtà virtuale.  Il casco dispone di una telecamera collegata a un computer, tale che la persona che lo indossa vedrà una rappresentazione video della scrivania che sta guardando, ma con l’aggiunta di scarafaggi virtuali.

Per più informazioni: Breton-Lopez, J., Quero, S., Botella, C., Garcia-Palacios, A., Banos, R.M. & Alcaniz, M. (2010). An augmented reality system validation for the treatment of cockroach phobia Cyberpsychology, Behavior and Social Networking, 1-16 :10.1089=cyber.2009.0170 

Questo suona molto più orribile di quanto non lo sia probabilmente. Una importante terapia per il trattamento di fobie si chiama terapia dell’esposizione, che è l’esposizione graduale di una persona con la fobia e “posizionarla” di fronte a quella fobia. Un terapeuta darà poi giudizi su quale livello di esposizione è il paziente. Man mano le sedute di terapia faranno anche aumentare, gradualmente, il numero di scarafaggi. Così nel corso del tempo, il paziente avrebbe visto sempre più scarafaggi “virtuali” ma nulla di male gli sarebbe mai accaduto, tanto da far così cessare la fobia.
Questo articolo è solo un primo passo. Il loro obiettivo era quello di conoscere una risposta realistica simulando una fobia da scarafaggi e tutto ciò sembra aver funzionato. Sei donne che hanno partecipato a questa simulazione, hanno segnalato livelli di ansia molto elevati, se presentato con scarafaggi virtuali. Così usando il sistema di AR, i partecipanti hanno accusato sintomi simili a quello cui avrebbero avuto facendo un’esperienza con scarafaggi realo. Ciò è importante, perché se le persone con una fobia di questo tipo non credono che gli scarafaggi siano vicino a loro, non c’è modo per loro di affrontare la loro paura.

Ci sono solo sei partecipanti a questo studio, che credo sia più difficile   trovare persone con fobie degli scarafaggi, piuttosto che creare un modo per limitarne la paura. Ma io credo che sia abbastanza prove per passare alla questione più importante in ogni caso: La terapia di esposizione per le fobie usando l’AR, è migliore rispetto alla terapia tradizionale? Se fosse così, apre la possibilità di simulare, per i terapeuti, fobie ancora più difficili e senza costi elevati, come la paura di cadere, volare, dell’altitudine e cose morte.

Fonte: http://neoacademic.com/2010/05/15/fight-your-fear-of-cockroaches-with-augmented-reality/

Ringrazio il prof De Marco per la segnalazione.


Author: Gianmarco

Laureato in Scienze di Internet/Informatica per il Management, Bolognese, geek, appassionato di social media. Sul mio blog notizie e app dal mondo dell'Augmented Reality.

Share This Post On

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× 2 = due

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>