AR e Musei: il turismo che coinvolge

The Digital Binocular Station (DBS) si basa su una stazione tradizionale binocolo, ma aggiunge un livello di contenuti interattivi, 3D stereoscopico contenuti digitali tra l’utente e la loro visione del mondo reale. DBS è presente nel Museo Canterbury a Christchurch, Nuova Zelanda – 10 manufatti sono viventi, e quando si guarda per 3 secondi, prendono vita in vari modi. L’obiettivo principale era quello di aggiungere un livello più profondo del contesto e la comprensione degli artefatti – come erano fatti, come sono stati utilizzati o con la possibilità di sperimentare l’AR nel loro ambiente originale e le storie e le leggende che sono ad essi associati.

fonte: http://www.facebook.com/augmentedreality?ref=s


Author: Gianmarco

Laureato in Scienze di Internet/Informatica per il Management, Bolognese, geek, appassionato di social media. Sul mio blog notizie e app dal mondo dell'Augmented Reality.

Share This Post On

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


9 − = cinque

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>